Contessa Willa di Toscana

Willa di Toscana o di Tuscia (930 ca. – 988) fu marchesa di Toscana.

Biografia

Era figlia di Bonifacio, Duca di Spoleto e di Camerino, per questo è chiamata talvolta anche Willa di Spoleto. Sua madre era Waldrada, sorella di Rodolfo II Re d'Italia e di Borgogna.

Sposò Uberto di Toscana, margravio della Tuscia e figlio naturale di re Ugo, ed ebbe come figli Ugo, detto Il Grande e Waldrada, che sposò Pietro IV di Candiano.

Con l'elezione di Ottone I di Sassonia a Re d'Italia e imperatore (962), Uberto, che era stato suo nemico, fuggì presso gli Ungari, lasciando Willa e il figlio in Toscana. Con l'arrivo di Ottone a Lucca entrambi però vennero risparmiati e da allora Ugo divenne il nuovo marchese.

Si trasferì con il figlio da Lucca a Firenze, mettendo in atto uno spostamento di capitale; nella città sull'Arno fondò nel 978 il monastero benedettino della Badia Fiorentina, acquistato come edificio da Willa nel 1960.

In un atto del 23 dicembre 1977, scritto in Pisa, Willa donò, alla Badia Fiorentina, la Chiesa di Santa Maria in Castello di Signa con la sua corte e quaranta mansi ed essa annessi.

Bibliografia

Padre Placido Puccinelli - “Istoria delle eroiche azioni della gran dama Willa”, 1663

- Emanuele Repetti  - “ Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana”,1883