Douglas Preston

Douglas Preston (Cambridge, 26 maggio 1956) è uno scrittore statunitense, autore di vari romanzi appartenenti al genere techno-thriller e horror, alcuni scritti da solo, altri in collaborazione con Lincoln Child. Ha anche scritto alcuni libri non di narrativa, uno dei quali in collaborazione con il giornalista italiano Mario Spezi.

Biografia

Laureato al Pomona College di Claremont in California, Preston ha iniziato la sua carriera di scrittore mentre lavorava al museo di storia naturale di New York. È collaboratore abituale delle riviste Smithsonian, The Atlantic Monthly ,The New Yorker, Harper's Bazar e National Geographic dove pubblica articoli riguardanti l'archeologia. Ha due fratelli: David Preston (che fa il medico) e Richard Preston, anch'egli scrittore di successo.preston.jpgPreston ha pubblicato tredici romanzi e cinque libri non di narrativa, la maggior parte dei quali sono diventati dei bestseller e sono stati tradotti in varie lingue. Insieme a Lincold Child, con cui ha sovente collaborato, ha firmato successi come La stanza degli orrori, Ice Limit, Maledizione, Marea, Dossier Brimstone e Relic. Il loro romanzo Il libro dei morti, uscito nel 2006, è rimasto per sei settimane nella classifica dei libri più venduti del New York Times. Ha ricevuto numerosi premi letterari. Ha inventato il personaggio di Wyman Ford, un ex-agente della CIA, che compare in molti dei romanzi che ha scritto da solo.

Dal 1978 al 1985 Preston ha lavorato come scrittore, editor e direttore editoriale per conto dell'American Museum of Natural History di New York. Nel 1985 ha pubblicato una storia del museo, Dinosaurs In The Attic: An Excursion into the American Museum of Natural History, che narra le vicende degli esploratori inviati dal museo nei primi periodi della sua fondazione e delle spedizioni organizzate.

Nel 1986 Preston si è trasferito nel Nuovo Messico ed ha iniziato a scrivere a tempo pieno. Cercando di approfondire come fosse avvenuto il primo contatto tra gli europei e i nativi americani ha ripercorso a cavallo le tracce della folle e infruttuosa spedizione di Francisco Vázquez de Coronado alla ricerca delle Sette città di Cibola. Il resoconto di quel viaggio di mille miglia attraverso gli stati del sudovest è diventato il libro Cities of Gold: A Journey Across the American Southwest. Da allora preston ha intrapreso diversi altri lunghi viaggi a cavallo, sempre ripercorrendo antichi viaggi di epoca storica o preistorica. Ha anche partecipato a spedizioni in altre parti del mondo, tra cui l'esplorazione della parte della giungla cambogiana controllata dai Khmer rossi insieme ad un piccolo gruppo di soldati, per riuscire ad essere il primo occidentale a visitare uno dei templi perduti di Angkor. Ha provato il brivido di essere il primo dopo 3.000 anni ad entrare nella camera sepolcrale egizia conosciuta come KV5 nella Valle dei Re.

Preston annovera tra i suoi antenati la poetessa Emily Dickinson, il giornalista Horace Greeley e il famigerato assassino e fumatore d'oppio Amasa Greenough.

Attualmente vive nel Maine con la moglie Christine e i loro tre figli.

Opere

Serie di Pendergast

Romanzi scritti in collaborazione con Lincoln Child.

  • Relic (Relic, 1995) (Sonzogno, 1996 - Bur, 2008)
  • Reliquary (Reliquary, 1997) (Sonzogno, 2001 - Bur, 2008)
  • La stanza degli orrori (The Cabinet of Curiosities, 2002) (Sonzogno, 2002 - Bur, 2008)
  • Natura morta (Still Life with Crows, 2003) (Sonzogno, 2003 - Bur, 2008)
  • Trilogia di Diogenes:
    • Dossier Brimstone (Brimstone, 2004) (Sonzogno, 2005 - Bur, 2008)
    • La danza della morte (Dance of Death, 2005) (Sonzogno, 2006 - Bur, 2008)
    • Il libro dei morti (The Book of the Dead, 2006) (Sonzogno, 2007 - Bur, 2008)
  • La ruota del buio (The Wheel of Darkness, 2007) (Rizzoli, 2008 - Bur, 2009)
  • Il sotterraneo dei vivi (Cemetery Dance, 2009) (Rizzoli, 2009 - Bur, 2010)
  • Trilogia di Helen:
    • L'isola della follia (Fever Dream, 2010) (Rizzoli, 2010 - Bur, 2011)
    • La mano tagliata (Cold Vengeance, 2011) (Rizzoli, 2011)

Serie di Gideon

Romanzi scritti in collaborazione con Lincoln Child.

  • Sotto copertura (Gideon's Sword, 2011) (Rizzoli, 2011)
  • (Gideon's Corpse, 2012)

Altri romanzi

Altri romanzi scritti con Lincoln Child:

  • Mount Dragon (Mount Dragon, (1996) (Sonzogno, 1997 - Bur, 2008)
  • Marea (Riptide, 1998) (Sonzogno, 1998 - Bur, 2008)
  • Maledizione (Thunderhead, 1999) (Sonzogno, 2000 - Bur, 2009)
  • Ice limit (The Ice Limit, 2000) (Sonzogno, 2001 - Bur, 2008)

Romanzi solisti:

  • (Jennie, 1994)
  • Il codice (The Codex, 2004) (Sonzogno, 2004)
  • Tyrannosaur canyon (Tyrannosaur Canyon, 2005) (Sonzogno, 2007)
  • Eresia (Blasphemy, 2008) (Rizzoli, 2009)
  • Impatto (Impact, 2010) (Rizzoli, 2010)

Altri lavori

  • Dinosauri in soffitta (Dinosaurs In The Attic: An Excursion into the American Museum of Natural History, 1986) (Alacrán, 2008)
  • (Death Trap Defies Treasure Seekers for Two Centuries, 1988)
  • (Cities of Gold: A Journey Across the American Southwest in Pursuit of Coronado, 1992)
  • (Talking to the Ground: One Family's Journey on Horseback Across the Sacred Land of the Navajo, 1996)
  • (We throw stones, not Quarks (essay that later became his solo novel "Blasphemy"), 2004)
  • Dolci colline di sangue (con Mario Spezi) (The Monster of Florence, 2008) (Sonzogno, 2006 - Bur, 2009).

 

Dolci colline di sangue è un romanzo-inchiesta scritto in collaborazione dal giornalista italiano Mario Spezi e dallo scrittore statunitense Douglas Preston, pubblicato nel 2006.

Il libro ripercorre la nota vicenda di cronaca nera dei delitti commessi dal cosiddetto Mostro di Firenze dal punto di vista del giornalista Spezi, che ha seguito lo sviluppo dei fatti e le indagini sin dal 1981.

Le analisi degli autori finiscono per proporre una verità diversa sull'identità del feroce assassino rispetto a quella parzialmente accertata dalle indagini di polizia e dalle sentenze della magistratura, che ha visto riconosciuti colpevoli di 4 duplici omicidi Mario Vanni e Giancarlo Lotti, individuando il possibile colpevole in una persona collegata al gruppo della pista sarda, linea d'indagine a lungo seguita anche dagli inquirenti ma in seguito abbandonata.

Il libro si chiude con il racconto dell'incontro tra lo Spezi e tale persona chiamata "Carlo" (ovvero Antonio Vinci figlio di Salvatore Vinci e Barbarina Steri), incontro che si conclude piuttosto bruscamente e lasciando comunque un'alea d'incertezza sulla verità.

Da un racconto di Mario Spezi scritto nell’agosto del 2003:

Bene. Era la fine di maggio quando, con Kyky, Christine, Myriam, Franco e Paolo andammo a fare una gita e un picnic in un luogo affascinante e assurdo, l'ex area Nobel di  Signa. Novanta ettari di alberi e prati recintati, nessuna impronta umana, costruzioni industriali risalenti al primo Novecento semidistrutte, ricoperte in parte dalla vegetazione che sbuca dalle finestre, dai tetti crollati, dalle porte spalancate, che cresce sui tavoli di laboratori di chimica, sulle travi che ora stanno sul pavimento. Sono le fabbriche, i dormitori degli operai, le abitazioni dei dirigenti, i depositi della società che costruiva dinamite in Italia, proprietà di quell'Alfred Nobel che, a sconto della sua scoperta micidiale, istituì il premio Nobel.

Il picnic era abbondante e buono. Doug scomparve. Rispuntò dalla finestra al secondo piano di una palazzina semidiroccata. Sparì di nuovo.

In quei luoghi, che un Brian De Palma non avrebbe osato immaginare, stava commettendo omicidi efferati con la mente affilata.

 

Riduzione cinematografica

Nel 2008 il divo statunitense Tom Cruise e la casa di produzione United Artists hanno acquistato i diritti cinematografici del romanzo per realizzarne un film.

 

Edizioni

  • Mario Spezi, Douglas Preston, Dolci colline di sangue, Bur narrativa, Rizzoli, 2009, pp. 345. ISBN 978-88-17-03723-5
  • Mario Spezi, Douglas Preston, Dolci colline di sangue, Sonzogno, 2006, pp. 345. ISBN 978-88-454-1271-4