Teobaldo da Vinci

Nasce a  Vinci il 24 settembre 1925 .  Disegnatore dal 1942,  Pittore dal 1956,   Scultore dal 1974.

Biografia 

In arte Teobaldo da Vinci per distinguersi dagli omonimi pittori in Italia e come omaggio a Leonardo, il massimo dei suoi concittadini con il quale non ha solo in comune il luogo di nascita ma anche l'apertura al futuro tecnologico più che al passato scontato.teobaldodavinci.jpg
Maestro artigiano dal 1950 al 1990 a Firenze aveva la sua officina laboratorio  dove produceva insegne al neon e come grafico pubblicitario progettava marchi per  la pubblicità luminosa. Ha inventato nuovi colori con le sostanze fluorescenti come il bianco assoluto, il verde mare, il viola e ha realizzato per primo in Italia scritte al neon scrivente.   

Dopo un percorso figurativo con quadri ad olio, agli inizi degli anni settanta è approdato alla scultopittura con quadri in tutto plexiglas di cui ne è l'inventore.che presentato la prima volta nel 1974  alla mostra Arte e Sport a Firenze, invitato dal Prof. Nocentini con l'opera Olimpiadi '72 “Evoluzioni del pattinaggio artistico”, visualizzando le onde magnetiche nello spazio. Interessato ai fenomeni elettromagnetici aveva intuito  l'importanza delle onde magnetiche   anticipando così 25 anni fa ciò che scienziati di tutto il mondo stanno ancora studiando per la minaccia dell'inquinamento elettromagnetico al nostro sistema neurovegetativo.

La   stessa  espressione futuribile   l'ha realizzata  con  le sculture in blocco di plexiglas  che ha  esposto per la prima volta a Venezia a Palazzo Grassi nel 1979.

Alcuni suoi quadri sono conservati presso il Sacrario dell’Infanzia al Villaggio Scolastico Artigiano di Signa.

Bibliografia

Le notizie riguardanti il Villaggio Scolastico Artigiano di Signa sono riprese dalla Raccolta 1945-1986 del quotidiano “LA NAZIONE, di proprietà della Fondazione del Villaggio.