Pietro Annigoni

Milano, 7 giugno 1910 – Firenze, 28 ottobre 1988 è stato un pittore italiano, soprannominato il pittore delle regine dalla stampa del tempo.

« ...Egli rimarrà nella storia dell'arte come il contestatore di un'epoca buia per la pittura.
Occorre avere mente eletta per comprendere la sua opera, eppure è capito da tutto il popolo, perché sa parlare al popolo il linguaggio che è dei cuori puri... 
» (Bernard Berenson 

pietroannigoni.jpg

Biografia

Il suo stile evidenzia l'influenza del Rinascimento italiano e del Realismo, in contrasto con gli stili di ritratto propri del Modernismo e Postmodernismo in auge negli anni della sua attività.

Specializzato in ritrattistica, la sua attività è nota soprattutto per il ritratto del 1955 di Elisabetta II del Regno Unito (National Portrait Gallery, Londra), sebbene soggetti frequenti dei suoi lavori fossero persone disagiate e senza fissa dimora.

Meldola (FO), 1966: Annigoni riceve una caveja in ferro battuto da Tonino Simoncelli, organizzatore della mostra, alla presenza del sindaco della città Aurelio Strada.

Dal 1929 in poi e in particolare dal 1966 al 1988, il suo periodo più fecondo, è tutto un susseguirsi di mostre prestigiose di cui molte alla Royal Academy di Londra. Tra le mostre effettuate in Italia si ricordano per il notevole successo ottenuto quelle di Milano (Galleria Cortina, 1968, e Galleria Levi, 1971).pietroannigoni2.jpg

Il 2 aprile 1966 si tenne a Meldola (FO) una mostra personale dell'artista, in occasione dell'inaugurazione di una galleria dedicata al pittore Luigi Michelacci. Dal 2 al 27 dicembre 2006, nella ricorrenza del trentennale di questo evento, si è tenuta a Meldola una mostra commemorativa dell'artista con l'esposizione di varie opere. 

Suoi affreschi si trovano nell'Abbazia di Montecassino, nel Convento di San Marco a Firenze (Discesa dalla Croce - Morte di Abele), nella Basilica di Sant'Antonio a Padova ed in molte altre località.

Una delle opere più importanti da lui eseguite è il ciclo pittorico della Chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo a Ponte Buggianese. Vi ha lavorato dal 1967 sino alla morte, con l'aiuto di vari allievi. Nel 2008 è stato aperto a villa Bardini a Firenze il "Museo Pietro Annigoni".pietroannigoni3.jpg

Per diversi anni è stato ospite al Villaggio Scolastico Artigiano, lasciando anche alcune sue opere di particolare rilievo. (Nelle foto alcuni dei suoi momenti al Villaggio)

Onorificenze

Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana

— 14 novembre 1975.

Bibliografia

Le notizie riguardanti il Villaggio Scolastico Artigiano di Signa sono riprese dalla Raccolta 1945-1986 del quotidiano “LA NAZIONE, di proprietà della Fondazione del Villaggio.

archiviato sotto: