Luigi Falai

Biografia


Fiorentino, classe 1941, si avvicina giovanissimo alla pittura nello studio dell'artista Adolfo Tagliaferri. Dopo aver frequentato la "Scuola libera del nudo" all'Accademia di Belle Arti di Firenze, nel 1967 è accanto al maestro Pietro Annigoni, di cui segue assiduamente il lavoro in studio. Più tardi, apprende le tecniche della tempera grassa, dell'affresco e dello strappo dell'affresco grazie agli insegnamenti di Romano Stefanelli.

Conta un nutrito "carnet" di mostre in Italia e all'estero (Svizzera, Stati Uniti, Australia, Colombia) ed è insegnante di affresco dal 1990.

E' certamente il sacro a rappresentare la sua tematica preferita e maggiormente ricorrente, senza dimenticare i paesaggi, le nature morte e le originalissime maschere che pure firma.

Tra le sue realizzazioni più importanti, la Via Crucis dipinta nella chiesa di Santa Maria in Cervaro (Frosinone), i "Sacramenti" nella chiesa Sant'Anna di Pietrelcina (Benevento) e i due grandi affreschi tratti dal Nuovo Testamento "Il Bacio di Giuda" e "La consegna delle chiavi a Pietro" nel Santuario di San Michele Arcangelo a Ponte Buggianese (Pistoia).

Di lui e della sua opera hanno scritto, tra gli altri, Pietro Annigoni, Giuseppe Catania, Paolo Levi, Tommaso Paloscia, Domenico Viggiano.

Un suo quadro è stato donato dall’autore al Villaggio Scolastico Artigiano di Signa ove è conservato presso il Sacrario dell’Infanzia.

Bibliografia

Le notizie riguardanti il Villaggio Scolastico Artigiano di Signa sono riprese dalla Raccolta 1945-1986 del quotidiano “LA NAZIONE, di proprietà della Fondazione del Villaggio.

 

archiviato sotto: